Cio’che resta

 
 il bambino e’eterno
eterni sono i giocattoli il riso le lacrime
 quando la casa sara’lasciata alle cure di estranei
quando le vesti lise e gli attrezzi troppo a lungo usati
 finiscono nel pattume si scoprira’che in alto
all’ultimo piano c’e’una stanza piena di giocattoli
         e questi resteranno per sempre……
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

30 risposte a Cio’che resta

  1. Gianni ha detto:

    Cara Sirenetta, è commovente.

  2. gabriella ha detto:

    bellissima è così dolce come lo sguardo di un bimbo baci

  3. xtrex ha detto:

    sarebbe bello……ma "per sempre" non esiste …….
    ma……..si ,ma…..sarebbe bello…….. dolce sirena……

  4. Dott. Paolo ha detto:

    Io non ho una stanza all’ultimo piano…anche se la vorrei!
    Quanti bei ricordi, ormai rivivono solo in qualche vecchia foto…

  5. salmastro ha detto:

    chi non vorrebbe aver sempre l’opportunità di giocare…
    per ancora un pò dovrò giocare con voi solo una tantum da un internet point
    sono tagliato fuori,,,, non hanno ancora capito dove è il guasto in centrale….
    un abbraccione da chi ti pensa spesso "simpaticamente"

  6. Daniele ha detto:

    I vecchi giocattoli io ce li ho a casa di mio padre sopra l’armadio della cameretta. Erano quelli di mio fratello…

  7. Michele ha detto:

    Io dove li avrò messi ?Terrore !Li rivogliooooooo !!!!!

  8. Pacaemi ha detto:

    Io non porto molto affetto per i miei vecchi giocattoli non sò perchè.

  9. Virginia ha detto:

    immagino che non siano davvero solo dei giocattoli ad essere stipati in una stanza all’ultimo piano…

  10. Pacaemi ha detto:

    Una volta ho fatto anch’io così ma la sera ero già a casa.

  11. Daniele ha detto:

    Si ma i miei sono separati, in pratica e come se avessi due case, quando mi rompo di una vado nell’altra. Il fatto che mio padre è come me però, non me lo fa sopportare per più di tre ore di seguito, quindi generalmente sto da mia madre.Ma si ogni tanto qualche giocattolo me lo compravano, anche se ora che ci penso non me ne ricordo neanche uno… a si qualche modellino bburago che facevo la collezione. E poi il vecchio e leggendario SEGA master system, anche quello era di mio fratello ma lo usavo spessisimo io.

  12. ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, ha detto:

    DEVO ANDARE IN SOFFITTA FORSE CI SARA ANCORA QUALKE GIOCATTOLO A ME CARO …..

  13. Pacaemi ha detto:

    hahahaahahahah ma perchè avrei dovuto suicidarmi in diretta. Io odio questi esibizionismi. Se proprio un giorno lo farò, non romperò le scatole a nessuno. Sull’ invito c’era scritto: Vieni a ritirare il premio…XD…non vieni a vedere come mi suicidio…hehe

  14. xtrex ha detto:

    sai sirena è una gran fortuna al giorno d’oggi aver "spazio"…..spazio per fare….per tenere….per giocare…..per scrivere e pensare…..spazio …..spazio anche per star da soli a ricordare……
    e questo per poter comunicare ….un bacio 🙂 🙂 🙂

  15. Pacaemi ha detto:

    La mia paura invece è quella che non starò mai più bene!

  16. Daniele ha detto:

    Per mia fortuna i miei non sono i tipi da "senso di colpa", anzi ne hanno un altro di senso di colpa: ovvero che qualunque danno/problema/dubbio dicono: "e colpa tua!!". Spesso hanno ragione, ma non sempre. Mi trattano sempre come il capro espiatorio.Abbastanza struggente?

  17. Roby ha detto:

        "L’ape Maia"
    Si sveglia il mondo lo accarezza il solesi sveglia l’ape Maia dentro un fioreApre i suoi occhi sorridentistropiccia le sue ali trasparentiVola, vola, vola vola, vola l’ape Maiagialla e nera nera e gialla, tanto gaiaVola sopra un monte, sfiora il cieloper rubare il nettare da un meloVola, vola, vola vola, vola l’ape Maiagialla e nera nera e gialla, tanto gaiaIl grillo canterino s’è svegliatofa la serenata a tutto il pratoIn quel prato verde come il marel’importante è un fiore da trovareBzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzVola, vola, vola vola, vola l’ape Maiagialla e nera nera e gialla, tanto gaiaFinché il ragno tesse la sua telamentre il vento la sua trama svelaVola, vola, vola vola, vola l’ape Maiagialla e nera nera e gialla, tanto gaiaBzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzVola, vola, vola vola, vola l’ape Maiagialla e nera nera e gialla, tanto gaiaNuvole di panna su nel cielobrilla sulla Terra e sotto un meloVola, vola, vola vola, vola l’ape Maiagialla e nera nera e gialla, tanto gaia
     
    P.S…… ma te le vai a cercare …..lo sai che entrare nel mio blog è pericolosissssimoooo…..
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha
    ;-)))))))
    Ciao buona serata…..un bacio…..sulla fronte 😉
    Roby

  18. xtrex ha detto:

    dici che certi "ossi"ce li dobbiamo cuccare per la vita????…..in effetti lo so anch’iomia cara è una grande verità !!!!
    come ti procedono le cose????tra installatori e "varie" mettici un caffè ….una pausetta  e pensa a me che ti lascio un bacio avvolto su carta stagnola color oro ….dietetico come cioccolatino vero????
    smackkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk

  19. xtrex ha detto:

    x daniele………thò…pigghia un fazzolettino ….mi hai commosso!!!!! su su dai…vedrai ….vedrai   🙂 🙂 🙂   baciottooooooo

  20. Daniele ha detto:

    Che vuoi fare, sopravvivo.  E molto meglio di tanti altri!

  21. Maggie ha detto:

    Io sono figlia unica, quindi non dividevo i giocattoli come Seclet, ma spesso ero sola da bambina. Fisicamente sola, ma non mi sentivo sola. So che fa un po’ Jovanotti questa cosa, ma per me era così, mi creavo un mondo di fantasia e giocavo da sola, con o senza bambole, con o senza lego, per molto molto tempo senza videogames. Ho imparato a leggere molto presto e così mi immaginavo nei mondi descritti dai miei libri di favole. Io spesso ero la cattiva, la strega di biancaneve o della bella addormentata nel bosco.
    Ora, ora ci sono momenti in cui sono ancora una bambina, quando per uscire da un momento nero guardo i cartoni di Walt Disney, quando abbraccio i miei peluche prima di addormentarmi, quando mi commuovo. Altre volte sono una vecchia zitella senza cuore… Ad ogni modo sono io, nel bene e nel male, nei momenti dolci e in quelli amari.
    E in qualsiasi momento sono molto affezionata a te!
    Notte,
    Susanna

  22. Denise ha detto:

    ciao!!!! sono passata a farti un salutino….buon fine settimana!

  23. Dott. Paolo ha detto:

    Beh, io mi offro di metterci se la casa…se in cambio posso avere libero accesso a… 😉

  24. Assistente ha detto:

    Per me cisei o noncisei
    fa una bella differenza
    quindi, per favore, essici!
     
    ma questa cosa non l’avevo già scritta?
    mah, sarà la demenza senile o, al massimo, l’Alzhaimer…
    dunque, come ti dicevo, carissima Martina…
    😦

  25. xtrex ha detto:

    ciao ariel mia cara ….domani stacco un pò e vado al mare 🙂 🙂 🙂 in allegra compagnia …….minimo 2 ore d’acqua con la ele a far le capriole ….e tu??? ancora mobili vari???????? bacio bacioooooo

  26. Maggie ha detto:

    Buona sera mia cara amica!
    Potremmo avere presto un vincitore del grande concorso dell’anno e, per fortuna di Micky, non sei tu!
    Però ti voglio muta come un pesce mia cara sirena. Il candidato sta girovagando per il mio blog… Non vorrei che capisse… che è vittima di una crudele macchinazione di un amico che forse poi tanto amico non è…
    Un bacio e buon fine settimana! Non sparire!!!!!!!!
    Susanna

  27. micky ha detto:

    Ecco probabilmente si potrebbe immaginare – pensiero – allucinazione –
    forse sogno in questo dolce chiamiamolo così – mondo – in questa luce
    si potrebbe dire morbida lenzuola rosa azzurre senza mai rompere certo,
    la tradizione sì, la culla apine farfalline DLIN DLON DLAN farfalline
    come dire, il festival sì, del Giappone – e poi ciucci tettarelle
    peluches GMEH GMEH i peluches e il latte l’odorino la cacca che in
    genere fa diciamo così – schifo [ipotesi cancellata] meravigliosa
    morbida giallina complimenti….
    Rieccola la stanza sì, del bambino sempre uguale no, diversa un lettino
    con le sbarre certo, movibili un girello – un passeggino – due
    passeggini non si sa mai la carrozzina, già, è vero, la carrozzina
    cabriolet [ipotesi cancellata] ombrellino cappottino salopette
    scarpette n° 25, 26, 27 si tiene tutto può venir buono non si sa mai e
    poi tute tutine con Minnie – Pluto Topolino Ronaldo…. Ronaldo! e poi
    casine castelli fortini soldatini e ‘pasol’, ‘pasol’, ‘pasol’, voglio
    dire puzzle, puzzle, puzzle…E poi la stanza sì, del bambino certo,
    invasione dei parenti – gli zii-cugini- i cugini dei cugini senza
    offesa mai visti ammiccamenti – paroline risatine smorfie scimmiesche
    del bambino [ipotesi cancellata] degli adulti vocine strane affettate
    anche il nonno diciamo così vecchio stile sì, il notaio CIP CIP CIP PIO
    PIO PIO la bocchina sì, a culo s’avvicina pernacchietta pernacchietta
    bis ha detto mamma! ha detto mamma! [ipotesi cancellata] ha detto UÀ UÀ
    geniale…E poi ancora la stanza sì, del bambino cambiata certo, col
    tempo giochi-giochini un mese una settimana il giorno dopo già
    scordati-abbandonati una montagna voglio dire un cimitero braccia-gambe
    calpestate diciamo così mai più usate inutili disgustose
    sazietà–opulenza nausea sì, chiamiamola proprio così Nausea…Ecco
    probabilmente si potrebbe immaginare in questo assurdo chiamiamolo così
    – mondo – pensiero-allucinazione-forse sogno lampo improvviso canzone
    gioco di bambini oggetti oggettini rifiutati sì, con violenza Grande
    Fuoco Incendio sì, doloso in questo lurido – chiamiamolo così – mondo
    grande fuoco grande fuoco incendio gioco di bambini intuizione precoce
    purificazione situazione mondo certo…immaginiamo tutta quella roba
    che brucia-brucia-brucia fazzoletti pannolini omogeneizzati pupazzi,
    pupazzetti trenini carrozzine Barbie Mazinga altri mostri certo, un
    sogno meraviglioso impossibile mai sognato invasione tutto qui –
    macchinine pile luci suonini cani gatti coniglietti coccodrillini
    robottini e ancora Barbie – Barbie che lava-che stira-che si spoglia
    -Barbie che piscia-che caga e spade corazze razzi kalashnikov che
    sparano uccidono distruggono e mostri – mostri orrendi di plastica
    lucidi argentati spaventosi e tutta – Tutta quella valanga di Merda che
    Farebbe diventare diciamo così Imbecille anche il giovane Albert
    Einstein……Però Non Si Fuma Nella Stanza Del Bambino……

  28. Maggie ha detto:

    Appena avrò news sarai la prima ad essere avvisata!
    Quanto al lavoro sai come sono messa: 8 mesi di cazzeggio e 4 mesi di lavoro intenso e tanto stress. Ecco io sono quasi giunta alla fine del primo mese di forte stress, però non mi lamento, penso a chi guadagna molto meno di me e si fa il mazzo vero per 11 mesi all’anno e poi ad agosto investe una fortuna per farsi una settimana in pensione a Rimini! IL mio lavoro non mi ucciderà e non mi priverà nemmeno delle cose che mi fanno stare bene come il ballo. Da settembre ricomincio il corso di salsa cubana avanzato e poi ci affiancherò un altro corso a scelta tra Boogie e salsa portoricana.
    Buona domenica dolce Ariel!
    P.s.: Micky è un genio ma non glielo dire!

  29. Pacaemi ha detto:

    Gle l’ho detto a Seclet. Cmq hai ragione a volte mi sento un vaso senza fondo.

  30. maria ha detto:

    Ho conservato quasi tutti i miei giochi …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...