FACCIAMO UN RICORSO COLLETTIVO CONTRO IL BLOCCO DEI PENSIONAMENTI E PER IL RECUPERO DEI DIRITTI ACQUISITI E IL RISARCIMENTO DEL DANNO SUBITO?

libera...mente

Cos’è una catena di sant’Antonio? Non so se il frate c’entri qualcosa, se non il fatto che qualcuno invia lettere con preghiere idonee per farlo intercedere per una grazia o un miracolo. So che è un sistema piramidale che necessita di una grande platea di aderenti per essere efficace. Io invio una lettera a te invogliandoti a spedirla ad altri 5 malcapitati, e via di questo passo. Applicando il sistema all’economia, si verifica che un promotore mi propone un investimento a fronte del quale vengono garantiti degli interessi con il capitale garantito. Io passo parola ad amici e conoscenti che fiutato l’affare aderiscono invitando a loro volta altre persone. Difatti il meccanismo è tale che, l’aumento continuo della platea dei sottoscrittori, consente di pagare gli interessi promessi ai primi che sono entrati in circolo e che ne escono per primi. Oltre naturalmente alla restituzione di quanto investito. Questo ha…

View original post 706 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

10 risposte a FACCIAMO UN RICORSO COLLETTIVO CONTRO IL BLOCCO DEI PENSIONAMENTI E PER IL RECUPERO DEI DIRITTI ACQUISITI E IL RISARCIMENTO DEL DANNO SUBITO?

  1. arielisolabella ha detto:

    si lo so… e’ sorprendente che io aderisca ad una catena di Sant ‘Antonio che odio … tenendo presente che faccio anche…il libero professionista! pero’ sto leggendo un libro intitolato storia parziale delle cause perse e cosi’ mi son detta…chissa’ magari il Mister ci riesce! 🙂
    ps….leggere fa passare l’incazzatura e l’autrice e’ Jennifer Dubois…meditate gente meditate….

  2. popof1955 ha detto:

    Grazie per la condivisione e lo spazio 🙂

  3. Chit ha detto:

    Capisco l’amarezza dello scrivente ma, con tutto il rispetto, credo che con un ‘ricorso’ non si ottenga nè si raggiunga molto. Forse con una legge di iniziativa popolare ci sarebbe qualche possibilità in più ma occorrono almeno 50.000 firme e tra un po’ in Italia non ci saranno più tanti lavoratori mi sa… :-

    p.s. e grazie per il passaggio ed il commento sul mio blog 😉

  4. Emilio ha detto:

    E’ davvero uno schifo….uff 😦
    Condiviso su facebook magari le cose cambieranno!

  5. ili6 ha detto:

    anche tu vorresti andare in pensione?!?
    🙂

  6. Emilio ha detto:

    Un salutino cara, buona giornata 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...