Non ci provare

Guardo fuori lo scorrere del via vai cittadino.l ‘ autista uno bravo guida il carrozzone con perizia mentre ciondolo in bilico sui tacchi.Appuntamento in ufficio, una galleria San Federico sempre più spoglia e nostalgica di un tempo morto.Sicura di me nell ‘armatura tirata a lucido , restauro inappuntabile fino ai ricci perfetti.Un impressione fuggevole.Una pressione sul lato.Mi giro di poco.Piccola scura un aria da topo inoffensivo cucita stretta in un paio di jeans.ossa pelle e nervoso.Il portafoglio non e’ più nella borsa.Tra poco si aprono le porte.Dove’ ? Le chiedo mentre la trafiggo con gl occhi.un colpo sordo .il mio portafoglio a terra.silenzio.tutti guardano.lo raccolgo senza mollarla mentre mi dice che bisogna fare attenzione prima di accusare qualcuno.un attimo .La mia mano scatta e le imprigiona il collo.E ‘ piccolo e  sudato mentre stringo.ricordo bene il suo sguardo terrorizzato.la mia fermata.la spingo lontanto e scendo senza voltarmi .Sto tremando e rido mentre stringo ancora il mio trofeo.la prossima volta ti butto giù dai gradini .contaci.

Image

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

34 risposte a Non ci provare

  1. popof1955 ha detto:

    Magari era la prima volta che tentava il borseggio, magari non ci riproverà più. Una cosa è certa era una persona sprovveduta. Le organizzazioni di borseggiatori agiscono in gruppi di almeno tre, uno ti spinge, un’altro ti frena e i terzo garantisce la fuga, in caso di attacco fanno fronte comune. Mai portarsi appresso più di quanto ci si può permettere di perdere.

    • arielisolabella ha detto:

      Tutto vero.ero così arrabbiata che L avrei strozzata davvero.non per i soldi credi .io uso le carte che si bloccano in un amen per La foto di mia nonna nello scomparto il biglietto D amore il codice fiscale il mio adorato portafoglio regalo dei 40 anni ….

  2. Rocco R. ha detto:

    Per quanto innocenti possano essere gli occhi di chi prova toglierci qualcosa, la sensazione di rabbia che ci monta addosso è da vero carnefice.

  3. Maggie May...be ha detto:

    Non riconosco più il mondo. E’ una fonte costante di rabbia, paura, miserie e poco altro. Sei una donna forte, la sprovveduta non doveva mettersi contro di te.

  4. liù ha detto:

    Come dice Paolo in genere non lavorano mai da soli ,sei stata come ironicamente si potrebbe dire fortunata ad accorgertene subito prima che se la filasse!
    Ti capisco! La rabbia di veder toccare e rubare qualcosa che ci appartiene fa venire il sangue agli occhi.
    Un caro abbraccio
    liù

  5. ili6 ha detto:

    La borsa semiaperta, sul collo, in posizione antiscippo, ma girata all’indietro. Metrò affollato, tutti pigiati. Uno mi sfiora il piede e urla dal dolore, mi accusa di averglielo pestato, mi scuso, mi riscuso, mi dice che è appena uscito dall’ospedale e si lamenta dei miei tacchi.Chiedo ancora scusa e guardo il suo piede. Sono mortificata. Mi sta distraendo, ma non faccio in tempo a capirlo che l’altro, dietro, si porta il mio portafoglio.Si aprono le porte e vedo quello col piede malato scendere e correre come una gazzella. Capisco, ma è tardi…
    Sono abili e organizzati. Sei stata brava tu e meritava anche il ruzzolone dai gradini!

  6. tramedipensieri ha detto:

    Ohhhhhh….caspita! 😦

  7. dinanzi certe cisrcostanze perdo le staffe!!

  8. Lord Ninni ha detto:

    beh, è uno specchio conclamato del momento che viviamo.
    Quando il termine “sulla soglia della povertà indica la classe media, quella ce era definita borghese, non ci si può aspettare nulla di migliorativo.
    Possiamo dire, se non altro, che siete stata fortunata.
    Alcuni casi, molto simili, sono diventati dei fatti di “cronaca nera”.

    Oggi si sottolinea il fatto che “la ripresa è in atto.
    Dobbiamo crederci?

    Cordialità

  9. TADS ha detto:

    ecco… è questo tuo lato “amazzone” che mi affascina.

    TADS

  10. Harielle ha detto:

    E’ incredibile la reazione che si sperimenta quando ti tolgono qualcosa di tuo, a me capitò diversi anni fa di essere derubata per strada e mi ripresi la borsa con un piglio di wonder woman che nemmeno immaginavo di avere!
    E certamente, quando certe cose capitano, si reagisce male…specie quando si ritiene di essere dalla parte della ragione morale, come direbbe Kant.
    Un caro saluto, ariellina, penso che tornerò più spesso a postare 😀

  11. Avevo scritto un commento..andato perso??
    Un sorriso!

  12. Lilla ... ha detto:

    Mitica donna!!! Clap clap clap!

  13. Ti auguro una Buona Pasqua
    A presto 😉

  14. ili6 ha detto:

    Serene feste a te, Ariel, e ai tuoi cari. Smack! 🙂

  15. silykot ha detto:

    HAi avuto la prontezza di spirito necessaria: brava!
    Ne approfitto qui per farti i miei auguri di buona Pasqua. A presto, sirenetta!

  16. elinepal ha detto:

    È così. Quando ci si sente volati si tirano fuori energie impensabili. Io ho avuto un corpo a corpi con uno scippatore. Ho salvato la borsa ma che male!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...